STAMPA 2000-05-25 CORRIERE.IT

HOMEVINTAGEBRANDEVENTIRASSEGNA STAMPA DISEGNATI PRT NOIVIP GALLERYE-SHOPCONTATTI

 

TRECENTO HAWAIANE DA SURPLUS – CORRIERE DELLA SERA.IT – 25.05.2000

Curiosando Stefania K. Montani TRECENTO HAWAIANE DA SURPLUS. Un’intera vetrina tappezzata di camicie hawaiane. Ci sono quelle con le capanne e il mare; quelle con i pesci dell’oceano Pacifico oppure con le palme, gli ananas e i pappagalli. Sono circa trecento “pezzi” di questa collezione iniziata più di vent’anni fa da Gabriella Ravano, proprietaria di Surplus, e continua con perseveranza quasi maniacale la figlia Alessandra che presenta, in questi giorni, fino al 27 maggio, il meglio della raccolta dal titolo “Go Hawai!”. La numero 1 ovviamente non è in vendita, era stata portata da Tokio nel 1964 dallo zio Giuseppe Ravano, medaglia d’oro italiana di ippica alle Olimpiadi di quell’anno. Da allora la collezione si è arricchita di centinaia di camicie, alcune anche degli anni Quaranta, provenienti da 29 Stati tra i quali brilla anche la bizzarra presenza di Svizzera, Ungheria, Messico. I pezzi partono dalle 30 mila lire e arrivano fino alle 150 mila. Alessandra Ravano, miniera di aneddoti sull’origine di questo capo di abbugliamento, racconta che alla fine degli anni Trenta, gli Hawaiani iniziarono a far realizzare in Giappone le camicie su loro disegno. per errore, una serie di disegni fu stampata su un tessuto di seta troppo pesante che non venne ritirato. Caso vuole che Ginger Rogers girasse un film da quelle parti: visto il tessuto acquistò tutta la partita, si fece fare i vestiti da sera in esclusiva e lanciò così la moda hawaiana a Holliwood. La mostra Go Hawai! da Surplus, C.so di Porta Ticinese, 103

Montani Stefania
Pagina 13
(24 maggio 2000) – Vivi Milano